Archivi del Blog
Claudia Galal
Informazioni su

Metà italiana e metà egiziana, nasce a Urbino nel 1981 e cresce nel posto più tranquillo del mondo, l'entroterra marchigiano. Nel 2000 si trasferisce a Bologna, dove si laurea in Scienze della Comunicazione con una tesi socio-semiotica sulla street art. Alla fine del percorso di studi si sposta a Milano e comincia a lavorare nel campo dell'editoria e della comunicazione. Giornalista musicale, frequentatrice assidua di concerti, appassionata di arte contemporanea, subculture giovanili e semiotica, scrive per diverse testate cartacee e online. Il suo blog è thegreatmixtape (music and more to take with you)

Sapessi com’è strano, essere brasiliano a Milano

Questo periodo della mia vita è confuso, in questo momento non so dire chi sono. Forse sono una persona che si chiede costantemente chi è. C’è una canzone di un autore brasiliano molto importante degli anni Sessanta, Raul Seixas, che

Pubblicato in Brazile, Lavoro, Questa storia parla di Taggato con:

Forse brasiliana, forse italiana, sicuramente un’artista

Parlare di me è difficile. Sono giovane, ho ventitré anni e forse l’unica cosa che possa affermare con certezza è che in qualunque posto del mondo fossi nata e cresciuta, avrei comunque seguito la strada dell’arte. Sono iscritta all’Accademia di

Pubblicato in Brazile, Famiglia Taggato con: , ,

Amore e musica: ed è subito casa

L’Orchestra di via Padova ( a Milano) è la mia famiglia italiana, sono felice di averla incontrata e di essere stato accolto come un fratello dai suoi componenti, così come io cerco di accogliere con gioia i nuovi musicisti e

Pubblicato in Amore, Burkina Faso, Questa storia parla di Taggato con: , , ,

Galeotto fu il violino e chi lo suonava

Sono un violinista e la cosa più importante per me è il mio violino. È l’oggetto più significativo della mia intera esistenza, lo strumento che mi dà da vivere, che mi accompagna sempre e sarà con me anche quando sarò

Pubblicato in Albania, Questa storia parla di, Studio Taggato con:

Il segreto della felicità è una chitarra

Che cos’è la felicità? Un sostantivo, un ideale… Non lo so, ma so che mi viene a trovare molto spesso. Bisogna svincolare questo termine dalla sua valenza commerciale, diventata quasi un must ossessivo per tanti che, non sapendo riconoscerle (secondo

Pubblicato in Famiglia, Marocco, Questa storia parla di Taggato con: ,

Tanti anni di battaglie e di vittorie, ma il meglio deve ancora venire

Con queste parole vorrei lasciare traccia del mio pensiero umano. Finché sono viva e capace, mi piace pensare che il mio ruolo sia quello di non far impoverire gli uomini e le donne. Non pretendo di fare il supereroe, sono

Pubblicato in Questa storia parla di, Rifugiato Politico, Somalia Taggato con: